BLOG

Principi cardine della buona Corporate Governance

Nel pomeriggio di ieri, 13 ottobre 2020, Giovanni Magra e Davide Cefis hanno presentato la ”Guida Operativa Aggiornata per gli IR” in occasione del convegno Principi cardine della buona Corporate Governance organizzato in collaborazione con l’Associazione Investor Relations – AIR.

L’evento ha offerto ai partecipanti un corredo di informazioni omogenee ed aggiornate sulle best practice e sugli orientamenti nazionali e internazionali più innovativi in tema di Corporate Governance.

Il webinar si è sviluppato attraverso due contributi che hanno descritto e analizzato la corporate governance concentrandosi anzitutto sulla sua definizione e evoluzione, nonché sulla sfida della trasformazione del buon governo d’impresa. È stato poi illustrato agli associati AIR il percorso formativo per loro predisposto da GC Governance Consulting suddiviso in due moduli distinti, uno “di base” e un secondo più avanzato.

Nel primo focus, Giovanni Magra ha provato a ridefinire – partendo dai più recenti evoluzioni socio-economiche – il concetto di corporate governance anche attraverso gli strumenti su cui un Consiglio di Amministrazione deve fare necessariamente fare leva, al fine di garantire una corretta ed efficiente gestione dell’impresa e un costante ed efficace monitoraggio del rischio attraverso l’individuazione di idonei strumenti di mitigazione.

Sono stati inoltre approfonditi alcuni aspetti del nuovo Codice di Corporate Governance (in vigore dal gennaio 2021) e della sostenibilità d’impresa, anche intesa quale espressione dei criteri ESG, ovvero i principi alla base di un investimento responsabile che permettono agli investitori di gestire il rischio in modo più efficace allo scopo di generare performance sostenibili e di lungo periodo.

Il successivo intervento di Davide Cefis ha invece posto l’attenzione sull’evoluzione dei CdA e sulla trasformazione del governo d’impresa, indicando i nuovi fattori che le aziende devono necessariamente integrare al fine di poter innovare, governare e creare valore nel breve, medio e lungo periodo.

L’elenco delle nuove competenze e attitudini di un CdA comprende concetti che spaziando dalla vision, alla capacità di analisi e decodifica, e ancora creatività, innovazione, flessibilità e engagement fino all’etica e al senso di responsabilità.

L’ultimo focus del contributo, infine, ha interessato gli aspetti evolutivi, i fattori di successo e di criticità dei Consigli di Amministrazione, analizzandone competenze, dimensione, composizione ed agenda con l’obiettivo unico di incrementarne l’efficacia e capacità di gestione.

Vuoi lasciare un contributo? Commenta il post qui sotto o su LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.